Relazione sulla Gestione
RISULTATI FINANZIARI E ANDAMENTO
DELLA GESTIONE









(*) L’utile per azione al 31 dicembre 2012 ed al 31 dicembre 2011
è stato determinato rapportando il Risultato di pertinenza del Gruppo
al numero di azioni in circolazione alle rispettive date di chiusura.
L’EBITDA è definito come utile operativo (EBIT) più ammortamenti
e Svalutazione Avviamento per perdita di valore.
L’EBIT corrisponde all’Utile operativo da attività in funzionamento
così come definito nel Conto Economico consolidato.



La voce Altri crediti/debiti netti include le voci Altri crediti/debiti,
Crediti/debiti tributari e Fondi per rischi e oneri dell’attivo/passivo corrente.




La Posizione Finanziaria Netta è definita come somma dei Debiti per locazioni finanziarie e verso altri finanziatori (parte corrente e parte non corrente) più Finanziamenti bancari e mutui (parte corrente e parte non corrente) al netto delle Disponibilità liquide, così come risultano dallo Stato Patrimoniale.




ANDAMENTO DELL'ANNO 2012

Nel corso dell’esercizio 2012 il Gruppo Elica ha realizzato ricavi consolidati pari a 384,9 milioni di Euro, in aumento dell’1,7% rispetto all’anno precedente.
La crescita è stata trainata dall’Area Cooking che ha registrato un incremento dei ricavi del 3,3%, realizzando una performance notevolmente superiore rispetto all’andamento della domanda mondiale, che registra un calo del 5%. Ne consegue che la quota di mercato del Gruppo nel settore delle cappe ad uso domestico si incrementa ulteriormente, rafforzando la sua leadership mondiale. In particolare le vendite di prodotti a marchi propri hanno registrato un incremento del 4,7% e quelle a marchi di terzi del 2,5%. L’Area Motori nell’esercizio 2012 ha registrato un calo dei ricavi (-7,2%), dovuto principalmente alla contrazione delle vendite di prodotti per il comparto white goods, solo parzialmente compensato dalla crescita delle vendite di motori per cappe aspiranti.

Con riferimento ai ricavi realizzati nelle principali aree geografiche di destinazione dei prodotti, le vendite realizzate nelle Americhe e in Asia contribuiscono in maniera rilevante alla crescita dei ricavi, incrementandosi rispettivamente del 26,9% e dell’11,7% rispetto all’esercizio precedente, mentre le vendite in Europa mostrano un calo contenuto (-3,4%) influenzato dall’andamento del segmento Motori.

L’EBITDA è pari a 27,0 milioni di Euro rispetto ai 26,5 milioni di Euro del 2011, corrispondente al 7,0% dei ricavi. L’aumento della marginalità dell’1,6% è riconducibile ai continui programmi di efficientamento industriale e di struttura posti in essere fin da inizio anno ed alla riduzione del costo delle principali materie prime, che hanno permesso di compensare l’andamento negativo del price/mix generato dalla crescente pressione competitiva, in particolare nel segmento dei prodotti a marchi di terzi.

L’EBIT, pari a 12,1 milioni di Euro e al 3,1% dei ricavi, è in linea rispetto ai 12,0 milioni di Euro realizzati nell’esercizio 2011.

Il Risultato Netto di pertinenza del Gruppo è pari a 5,0 milioni di Euro, corrispondenti all’1,3% dei ricavi, in crescita del 20,3% rispetto ai 4,2 milioni di Euro dell’esercizio precedente, anche grazie alla riduzione dell’incidenza sui ricavi netti degli elementi di natura finanziaria, passata dal -1,5% del 2011 al -1,1% del 2012.

L’incidenza del Managerial Working Capital sui ricavi annualizzati ha raggiunto un nuovo livello record del 10,0%, in miglioramento di 140 punti base rispetto al livello registrato al 31 dicembre 2011, principalmente per effetto dell’efficiente gestione dei crediti commerciali e delle scorte.

La Posizione Finanziaria Netta al 31 dicembre 2012, in debito di 62,3 milioni di Euro, si è ridotta rispetto ai 68,8 milioni di Euro del 31 dicembre 2011, per effetto della virtuosa generazione di cassa derivante della gestione operativa e frutto delle politiche di costante e rigoroso monitoraggio dei flussi finanziari.